MARGARETH DORIGATTI



tecnica mista su tela
cm. 70 x 60
dal ciclo: Erlkoenig (2013-2014)


tecnica mista su tela
cm. 170 x 120
dal ciclo: Erlkoenig (2013-2014)


tecnica mista su tela
cm. 64 x 76,5
dal ciclo: Erlkoenig (2013-2014)


tecnica mista su tela
cm. 135 x 170
dal ciclo: Erlkoenig (2013-2014)


Margarethe, 2010-2012
tecnica mista su tela
cm. 150 x 105


Margarethe, 2010-2012
tecnica mista su tela
cm. 126 x 92


Isis / Katharina, 2011
tecnica mista su tela
cm. 128 x 84


Margarethe, 2010-2012
tecnica mista su tela
cm. 147 x 90


Elektra, 1997-1998
tecnica mista su tela
cm. 155 x 103


Antigone, 1997
tecnica mista su tela
cm. 153 x 100


Iphigenie in Aulis, 1999
tecnica mista su tela
cm. 150 x 98


Homace a G.L. Bernini, 1999
tecnica mista su tela
cm. 149 x 101

BREVE BIOGRAFIA

Nasce a Bolzano nel 1954.
Nel 1973 studia all'Accademia di Belle Arti di Venezia con Emilio Vedova.
Nel 1975 si trasferisce a Berlino dove studia Pittura, Grafica e Fotografia presso la Hochschule der Künste.
Nel 1977 fonda una Casa-atelier frequentata dai maggiori artisti e personaggi dello spettacolo presenti a Berlino.
Nel 1979 vince una borsa di studio a New York con il compito di documentare l'attività dell'Actor's Studio e le lezioni di Lee Strassberg.
Nel 1980 inizia la sua attività espositiva in gallerie private di Berlino.
Nel 1983, insieme a Joachim Szymzcak, realizza un progetto di vaste proporzioni all'interno della rete metropolitana berlinese: 75 dipinti all'interno di 8 stazioni.
Vince un concorso indetto dalla Internationalen Bauausstellung per la realizzazione di una facciata storica di un palazzo di Kreuzberg.
Nel 1984 si trasferisce a Roma dove ha inizio la sua attività pittorica ininterrotta.
Espone in Italia e all'estero presso gallerie private, luoghi pubblici e musei (Roma, Parigi, Milano, Pescara, Bolzano, Modena, Bologna, Berlino, Nimes, Lyon, Köln, Bonn, etc). Partecipa a mostre collettive in Italia e all'estero.
E' titolare della cattedra di Decorazione presso l'Accademia di Belle Arti di Roma.
"Dorigatti è una artista delle affinità elettive. Le corrispondenze vengono cercate piuttosto negli ambiti della letteratura e della musica che non nelle arti visive, dove certamente si è allontana dal postmoderno per riavvicinarsi a una sorta di classicismo, se inteso in senso etico e strutturale, quindi di forma e di sostanza. L'occuparsi di miti, di déi, santi e demoni, diventa quasi obbligatorio, e si prefigura come costante nella sua opera." [E.C.]

MOSTRE ALLA MAC

  • Zodiaco. Dodici artisti per dodici Segni | Collettiva (2018)
  • Margareth Dorigatti. DEI Colori/Giorni | Personale (2018)
  • Legàmi | Collettiva (2016)
  • Margareth Dorigatti. Luna/Mond | Personale (2016)
  • Margareth Dorigatti. "Il Re degli Elfi" | Personale (2014)