JANINE VON THÜNGEN



Profili di artista, 2009-2015
ferro bugnato, suono via touch board
dimensioni variabili, spessore mm. 3+2


Woman 13, 2014
bronzo patina verde
h. cm. 34,5, b. cm. 60 x 15


Woman 18, 2014
canapa e piombo
h. cm. 45, b. cm. 32 x 32


Caller and Echo, 2013
bronzo
h. cm. 54


Kinderkopf 4, 2013
bronzo
cm. 16 x 12 x 25


Ameli, 2012
n.6 sculture in bronzo
h. cm. 22

BREVE BIOGRAFIA

Nasce a Monaco di Baviera nel 1964. Dal 2000 vive e lavora a Roma.
Comincia la sua carriera studiando nell'atelier dello scultore Nicolai Tregor a Monaco di Baviera. Successivamente lavora come costumista per diversi teatri dell'Opera europei partecipando ad oltre 25 produzioni.
Negli anni Novanta, a New York, lavora in uno studio di scultura dove impara a fare le fusioni.
Nel 1997 realizza il New York Project: 100 piccoli ritratti di passanti incontrati nelle strade di Manhattan, eseguiti in argilla e poi fusi in bronzo, esposti recentemente alla mostra Babel nel Museo Botanique di Bruxelles (2013) e prima ancora al Museo d'Arte Moderna di Lille (2012).
Nel 2011 partecipa alla Biennale di Venezia, Padiglione Italia.
Numerose le mostra in Italia e all'estero (Torino, Roma, Bologna, Miami, New York, Bruxelles, Londra, Parigi, Vienna, etc.).
Il lavoro di Janine von Thüngen rispecchia una realtà caratterizzata da contrasti, contraddizioni, paradossi, con i quali conviviamo. Il suo fare artistico procede prevedendo la compresenza di significati contrapposti e continui rimandi alla dualità: vita-morte, acqua-terra, maschile-femminile.
Sue opere si trovano nelle collezioni pubbliche quali il Museo Centro Arte Contemporanea di Cavalese, il Parco Pubblico di Schloss Ziethen (Germania), il Gartenpark di Amburgo e l'Ospedale Pediatrico Bambin Gesù di Roma.

LINK

Servizio su Janine von Thüngen della Deutsche Welle TV, andato in onda il 6 ottobre 2015 (in inglese).

MOSTRE ALLA MAC

  • Hommage | Collettiva (2017)
  • Janine von Thüngen. Mama | Personale (2014)